• Redazione

Daniela Ardini per Lunaria Teatro | Risposte dalla quarantena

Daniela Ardini risponde alle nostre domande/inchiesta sul teatro ligure in quanto fondatrice e direttrice artistica di Lunaria Teatro, una realtà ben consolidata nel territorio genovese e che durante l'estate, grazie al suo festival, rende magico uno degli spazi più suggestivi della nostra città: Piazza San Matteo.

Data: 28/04/2020



1) Da un punto di vista umano, cosa ha significato per te la chiusura dei teatri? Come stai vivendo questo periodo di serrata a livello personale?


È come chiedere cosa significa non mangiare o non respirare…fare teatro è totalizzante o non è fare teatro.


2) Sapresti quantificare - in termini economici o con altri parametri oggettivi - la perdita subita (da te personalmente e/o dall'organizzazione in cui lavori) da quando è iniziata questa chiusura?


Con parametri oggettivi e quantificabili:

mancato debutto di una grossa produzione provata per 40 giorni;

azzeramento di molte repliche in circuitazione;

annullamento della Stagione invernale di Nervi e di 2 nuove produzioni;

blocco del nuovo progetto Obiettivo creatività a Chiavari;

annullamento di laboratori teatrali a Genova Centro e Delegazione Chiavari;

incertezza sul Festival estivo in Piazza San Matteo;

incertezza sul circuito estivo dei nostri spettacoli (già programmati)

incertezza sul debutto della produzione provata e non ancora debuttata;

incertezza sul circuito della prossima stagione.

Molti, molti, molti costi di gestione che rimangono attivi… (affitti, utenze, consulenze

amministrative)

Molti, molti, molti collaboratori che non possono lavorare…se volete posso continuare…


3) Qual è concretamente la situazione attuale tua o della tua compagnia/organizzazione?

Come ti stai muovendo/vi state muovendo, quali sono le prospettive?


Stiamo lavorando a progetti "prossimi (?)" (Festival in una notte d’estate, uno spettacolo su Fellini… e altro) e a progetti nuovi (bandi, spettacoli, miglioramenti gestionali e organizzativi) ma le prospettive sono soggette alle fasi del virus. Per i progetti prossimi abbiamo elaborato strategie diverse.


4) Come pensi che le istituzioni (Governo, Regione, Comune) dovrebbero agire in questa fase?


Sostenendo anche i collaboratori più deboli (dei nostri solo pochi sono riusciti ad ottenere l'aiuto dei 600 euro), sostenendo i costi di gestione, i costi dell’attività svolta fino ai primi di marzo 2020, e cercando in qualche modo di premiare i progetti in fieri e la progettualità futura.

oca, oche, critica teatrale

Illustrazioni a cura di Michela Fabbri | Illustrini

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon

© 2017 by L'Oca

Genova, Liguria | locacritica@gmail.com